Amministratori di società - responsabili anche senza deleghe.

A volte basta poco per incappare in responsabilità civili nei confronti della propria società: basta dimenticare di far annotare il proprio dissenso ad una data operazione nel libro delle adunanze del C.d.A., e la frittata è fatta!

Si tratta di responsabilità civile e non penale, ma il danno è comunque grave, potenzialmente parlando, se per incorrere in questa responsabilità basta non verbalizzare un rifiuto. 

Rivisto il Part-Time nelle P.A.

Attenzione: sono in arrivo nuove regole per il part-time nel Pubblico impiego.

Con la legge 133/2008 viene modificata la disciplina del lavoro a tempo parziale, attribuendo alle amministrazioni pubbliche la piena discrezionalità in merito alla richiesta di trasformazione dell'orario di lavoro dei propri dipendenti.

Ora il dirigente può rigettare l'istanza part-time se da questa derivi un pregiudizio all'organizzazione della struttura.

Noie con l'albo? Ci pensano le commissioni tributarie!

Il contributo per l'iscrizione all'Albo professionale di appartenenza ha natura di tassa.
Su questo aspetto si può concordare o meno (personalmente lo contabilizzo come "contributo associativo") ma la Cassazione a sezioni unite (sentenza 1782/2011) che l'ha stabilito, è difficilmente contrastabile....quindi non resta che prenderne atto.

Tra le dirette conseguenze di questa sentenza emerge che le eventuali controversie vanno affrontate presso le Commissioni Tributarie e non presso i Giudici Ordinari...

Novità non di poco peso!

Vendite immobiliari di beni indivisi: confusione sulla validità del contratto

La vendita di beni indivisi, non stipulata da tutti i comproprietari ma solo da alcuni, non è nulla ma annullabile. Ed il potere di ottenere la rettifica del contratto spetta solo all'acquirente, il quale può scegliere tra l'annullamento e la convalida degli effetti del contratto, limitatamente alle quote effettivamente cedute.

Spesometro rimandato per i commercianti al minuto

Scivola in avanti di due mesi (al 1° luglio 2011) l'obbligo di comunicare le operazioni effettuate verso i consumatori finali, da parte degli esercenti attività per le quali la fattura non è obbligatoria se non richiesta dal cliente.

Si tratta – in sostanza – dei commercianti al minuto e degli altri soggetti che rientrano nel raggio d'azione dell'art.22 del testo Iva.

Il rinvio di due mesi pare essere collegato alla volontà di esonerare dalla comunicazione, detta "spesometro", le operazioni effettuate con mezzi diversi dal denaro contante.

Cedolare secca: modalità applicative

E' stato definitivamente approvato il nuovo modello, opzionale, sulla tassazione degli affitti ad uso abitativo!
Il nuovo sistema prevede l'applicazione di un'imposta ad hoc (la "cedolare secca" appunto), la quale andrà a tassare i redditi per immobili ad uso abitativo dati in affitto da persone fisiche.

Econ-Test Ven, 08/Apr/2011 - 14:44