Novità per i Voucher

(di De Biaggi Eleonora)

Dal 15 gennaio i datori di lavoro che utilizzano il lavoro accessorio da retribuire con i voucher saranno tenuti ad effettuare la comunicazione preventiva solamente all'INPS e non più all'INAIL.

Questa è una delle novità introdotte dalla circolare 176/2013, la quale informa che con la nuova comunicazione sarà il sistema informatico dell'INPS a provvedere a comunicare all'INAIL, in tempo reale, i relativi dati di competenza.

Attestato Prestazione Energetica - non è più obbligatorio allegarlo al contratto

(di Luca Zambello)

Con il Decreto Legge 145 del 24 dicembre 2013 sono state introdotte interessanti precisazioni e modifiche in merito all'ormai famigerato Attestato di Prestazione Energetica (detto anche A.P.E.).

Dal 24 dicembre scorso, infatti, sono state riviste le regole che disciplinavano gli obblighi di fornire il documento in allegato ai contratti di locazione di immobili pena la loro nullità nel caso di inadempimento da parte del proprietario dei locali.

Agevolazioni Pmi - Digital Bonus, Bonus Editoria e Credito Imposta R&S

(di Luca Zambello)

Una fine d'anno carica di novità (positive e negative) per questo 2013. Tra le novità positive che riguardano alcuni risparmi per i contribuenti - si vedano gli interventi volti alla riduzione del costo dell'Energia Elettrica, alle semplificazioni per la creazione di nuove imprese - ma anche bonus fiscali e contributi per la realizzazione di determinati investimenti, tra i quali ricordiamo:

Contribuenti Minimi - Aumentato il limite di Ricavi

(di Luca Zambello)

Il Consiglio Europeo autorizza l'aumento del tetto massimo di ricavi fatturabili dai contribuenti che hanno aderito al c.d. Regime dei Minimi, portando la soglia a 65.000 euro per l'esenzione da Iva.

La delibera è stata pubblicata in Gazzetta Europea il 27 Novembre scorso autorizzando l'Italia ad innalzare il tetto per l'esenzione dal pagamento dell'Iva per i soggetti passivi il cui volume d'affari non superi il tetto di 65.000 euro.

Confermata la proroga del secondo acconto Ires e Irap

(di Luca Zambello)

Dopo la cancellazione della seconda rata IMU sulle abitazioni principali e sui terreni agricoli posseduti da Imprenditori Agricoli Professionali, arriva anche la conferma della proroga del versamento del secondo acconto Ires e Irap per i Soggetti sottoposti a tassazione Ires.

L'art. 2 del D.L. 102/2013 dispone appunto la proroga della seconda rata dell'acconto Ires spostandolo al 10 dicembre 2013, inoltre nel comunicato stampa del Mef pubblicato il 30.11.2013 si specifica che tale proroga va estesa per analogia anche alla seconda rata Irap.

Definitiva la cancellazione dell'Imu sull'abitazione principale e non solo...

(di Eleonora De Biaggi)

27 Novembre 2013: il Consiglio dei Ministri approva il tanto atteso decreto che cancella la seconda rata IMU per il 2013.

Lo stesso Ministro dell'Economia, ha precisato che la copertura del mancato introito sarà totalmente a carico del sistema bancario.

Oltre all'abitazione principale gli immobili sui quali non si dovrà versare l'imposta a saldo per l'anno 2013 sono:

Legge di Stabilità - Pagamento cartelle Equitalia senza interessi

(di Luca Zambello)

Nell'ultima adunanza del Senato, nella quale è stato presentato il maxiemendamento tanto discusso dalla stampa e nella quale è stata concessa la fiducia al Governo, è prevista uno sconto sul pagamento delle cartelle di Equitalia.

Tale sconto concesso, una sorta di "piccolo condono", prevede la possibilità di procedere al pagamento integrale delle somme iscritte a ruolo ma di scontare la quota degli interessi.

Familiari Disabili - Allargata la platea dei parenti legittimati all'assistenza

(di Eleonora De Biaggi)

La Corte Costituzionale con sentenza n. 203/13 ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art.42 del D.Lgs. 151/2001 con riguardo l'assistenza alle persone disabili in situazioni di gravità, in quanto tale articolo non include nel novero dei soggetti aventi diritto a fruire del congedo straordinario il parente o l'affine entro il terzo grado, la limitazione della sfera dei soggetti dichiarati idonei a prestare assistenza costituisce un grave pregiudizio per il disabile e di conseguenza ha indotto la Consulta a dichiararne l'illegittimità.