Le novità fiscali del 2020 per i privati

Le novità fiscali del 2020 per i privati

Sempre con l’approvazione della Finanziaria 2020, a seguire rispetto alla nostra precedente riguardante le imprese, approfondiremo alcune delle maggiori novità fiscali che interessano i privati, persone fisiche.

In particolare, gli argomenti trattati riguarderanno:

  1. Bonus Bebè
  2. Bonus “Asilo Nido”
  3. Obbligo pagamento tracciato detrazioni.
  4. Proroghe Riqualificazione Energetica, recupero patrimonio edilizio, Bonus Mobili, Bonus Verde
  5. Bonus Facciate

Bonus Bebè – cos’è e come funziona?

Con la Finanziaria 2020 è stato confermato il riconoscimento del contributo per i “nuovi nati” - già introdotto con la finanziaria 2015 - estendendo ora la possibilità di presentare richiesta ogni figlio nato (o adottato) dall’ 1.1 al 31.12.2020.

L’assegno viene erogato direttamente dall’Inps fino al compimento del primo anno di età o fino al primo anno di ingresso nel nucleo famigliare dopo l’adozione.

Il bonus viene pagato mensilmente dall’Inps e parametrato in funzione al valore dell’Isee del nucleo famigliare con i seguenti criteri:

  • Per Isee pari o inferiore a € 7.000 annui, assegno di € 160,00 mensili;
  • Per Isee da € 7.001 ad € 40.000, assegno di € 120,00 mensili;
  • Per Isee oltre € 40.000, assegno di € 80,00 mensili.

Gli importi sopra sono aumentati del 20% in caso di figlio successivo al primo, nato o adottato nel 2020.

Unitamente al Bonus Bebè da segnalare anche il nuovo "Premio alla Nascita" caratterizzato in un contributo di importo pari ad € 800,00 erogato alla futura mamma. Detto bonus si presenta a partire dal 7° mese di gravidanza e, cosa molto importante, l'importo non è in alcun modo collegato al reddito della richiedente.

Torna su

Bonus “Asilo Nido” – come richiederlo?

La grande novità della Finanziaria 2020 per gli interventi di sostegno ai nuovi nati riguarda il contributo per la frequenza di asili nido, per i nati a partire dall’ 1.1.2016. L’agevolazione diventa uno strumento “a regime” e quindi non più limitato a specifiche annualità con la conseguenza che per tutti i bambini nati nel 2016 e seguenti è possibile richiedere un voucher di € 1.500 su base annua e determinato su base di 11 mensilità, finalizzato al pagamento delle rette dell’asilo nido sia pubblico che privato oltre a forme di supporto presso l’abitazione privata dei genitori e con riferimento a bambini di età inferiore a 3 anni affetti da gravi patologie croniche.

A partire dal 2020 il bonus è aumentato come segue:

  • € 1.500 per nuclei famigliari con Isee pari o inferiore a € 25.000;
  • € 1.000 per nuclei familgiari con Isee è compreso tra € 25.001 e 40.000.

Torna su.

Tracciabilità delle Detrazioni – Qual è la grande novità per poter beneficiare delle detrazioni sulle spese?

Finanziaria-2020-per-privati

Altra grande novità della nuova Legge di Bilancio per il 2020 riguarda la detrazione delle ordinarie spese per le quali spetta lo sconto fiscale del 19% la quale è subordinata al rispetto dell’obbligo di effettuare il pagamento secondo modalità tracciabili

Secondo la norma i pagamenti tracciabili sono quelli effettuati tramite:

  1. Bonifico bancario;
  2. Bonifico postale;
  3. Mediante carte di debito, di credito e prepagate;
  4. Assegno (bancario o circolare).

Le spese comunemente interessate dalla modifica riguarderanno:

  • Spese sanitarie
  • Spese veterinarie
  • Assicurazione vita o invalidità permanente
  • Spese funebri
  • Iscrizione a corsi universitari
  • Spese per frequenza a scuole dell’infanzia, primaria e secondaria
  • Spese sostenute per figli con diagnosi di disturbo specifico dell’apprendimento (DSA).

Rimane escluso dal vincolo di pagamento tracciabile la detrazione spettante per l'acquisto di medicinali e dispositivi medici nonchè per le prestazioni sanitarie rese da strutture pubbliche o private purchè accreditate al SSN

Torna su

Proroghe detrazioni per:  Riqualificazione Energetica, recupero patrimonio edilizio, Bonus Mobili, Bonus Verde

Prorogati al 31.12.2020 i termini entro i quali effettuare le spese relative a lavori di riqualificazione energetica per la detrazione del 65% - 50%; prorogati i termini anche per le spese relative a lavori di ristrutturazione/recupero patrimonio edilizio per ottenere la detrazione del 50% sull’importo massimo di € 96.000; termine del 31.12.2020 anche per la detrazione “Bonus Mobili” ovvero la detrazione del 50% sulla spesa massima di € 10.000 per l’acquisto di mobili e elettrodomestici di classe A+ e finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di interventi di ristrutturazione/recupero patrimonio edilizio iniziati a partire dal 1.1.2019.

Nel Decreto “mille proroghe” è stata inserita anche la proroga a tutto il 2020 del c.d. “Bonus Verde”, ossia la detrazione del 36% su una spesa massima di € 5.000 per immobile abitativo per il quale sono stati effettuati interventi di:

  • sistemazione a verde” di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi
  • Realizzazione di coperture a verde e giardini pensili.

Torna su

Bonus Facciate – di cosa si tratta?

Introdotta con la Finanziaria 2020 la nuova detrazione chiamata in gergo “Bonus Facciate” e consistente in una detrazione

pari al 90% (quindi pressoché totale) delle spese sostenute nell’anno 2020 per lavori edili sulle strutture opache della facciata, su balconi, fregi, ornamenti, inclusi quelli di sola pulitura o tinteggiatura esterna, finalizzati al recupero/restauro della facciata esterna di edifici situati in Zona A (centri storici) o Zona B (totalmente o parzialmente edificate).

La detrazione spettante viene suddivisa in 10 rate costanti annuali senza però che sia previsto un limite massimo di spesa.

Torna su


Attendiamo nei prossimi giorni ulteriori chiarimenti per quanto riguarda le novità introdotte con l'attuale Legge di Bilancio per poter approfondire e aggiornare le tematiche affrontate