Stop all'autocertificazione della valutazione dei rischi

  • Tempo di lettura: 1 minute

(di Eleonora De Biaggi)

Dal 1° Giugno 2013 tutte le aziende, indipendentemente dal numero di lavoratori occupati, dovranno essere in possesso del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR), il documento che prova l'avvenuta valutazione di tutti i rischi presenti nei luoghi di lavoro.


La possibilità, per i datori di lavoro che occupano fino a 10 addetti, di autocertificare la valutazione dei rischi nella propria azienda, scade il 31 Maggio 2013.

La circolare del 31/01/2013 prot. 32/0002583 emanata dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali a seguito di numerose richieste di chiarimento circa la proroga del termine per I"autocertificazione della valutazione dei rischi (D.Lgs. 81/2008 art. 29, comma 5) ha definitivamente chiarito che " La possibilità per i datori di lavoro di effettuare la valutazione dei rischi con autocertificazione termina in data 31 maggio 2013"

Con il decreto interministeriale del 30 Novembre 2012 sono state individuate le procedure standard per la stesura del Documento di Valutazione dei Rischi in attuazione delle disposizioni previste dal Testo Unico salute e sicurezza sul lavoro. 

La commissione consultiva ha approvato il documento che specifica il modello di riferimento per la valutazione dei rischi da parte del datore di lavoro allo scopo di individuare le adeguate misure di prevenzione e protezione ed elaborare il programma delle misure atte a garantire il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza.

Le sanzioni

In caso di violazioni nella stesura del DVR sono previste pesanti sanzioni per il datore di lavoro (D. Lgs. 81/08 art. 55) che riepiloghiamo di seguito:

  1. Omessa redazione del documento di valutazione dei rischi (Violazione dell'art. 29, comma 1)
    Arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da 2.500 a 6.400 €
  2. Incompleta redazione del DVR per omessa indicazione di quanto previsto dall'Art. 28)
    Ammenda da 2.000 a 4.000 €
Econ Test nel supporto continuo alle aziende mette a disposizione delle aziende personale specializzato per assistervi alla redazione del Documento di Valutazione dei Rischi.
 
Cliccando QUI potete scaricare la check-list come punto di partenza per la redazione del Documento.
 
Per un preventivo gratuito potete utilizzare il form Contatti o inviare un'e-mail all'indirizzo zambello.l@data-studio.it. Verrete ricontattati dai nostri professionisti che vi forniranno tutte le indicazioni e il supporto necessario per l'adeguamento alle nuove previsioni normative.
 
Infine, potete trovare il testo della circolare del ministero cliccando qui