Al via il voucher da 10mila euro per le PMI digitali

  • Tempo di lettura: 1 minute

(di Eleonora De Biaggi)

Il decreto Destinazione Italia del 23 dicembre 2013 n.145 ha previsto una Digitalizzazione dei processi aziendali e un ammodernamento tecnologico delle micro, piccole e medie imprese: è stato messo a punto il decreto del ministro dello Sviluppo economico che fissa le regole per i Voucher, fino a 10mila euro per ogni azienda.

Il lungo ed estremamente complicato iter attuativo ha dunque superato il primo scoglio, con la definizione dello schema standard di bando e delle modalità di erogazione dei contributi, mentre resta aperta la partita delle coperture (fino a 100 milioni di euro), rinviata a un decreto del ministro dell'Economia ancora in lavorazione.

Il Dl prevede, all’art.6, Voucher da 10 mila euro per le PMI che investono in tecnologia e digitalizzazione, utilizzabili in particolare per l’acquisto di software, hardware, servizi che migliorano l’efficienza aziendale, lo sviluppo di soluzioni di e-commerce, la connettività a banda larga e ultralarga, la formazione qualificata, nel campo ICT, del personale delle PMI.

Con successivo decreto del Ministro dello sviluppo economico, di  concerto con il Ministro dell’economia  e  delle  finanze  saranno  stabiliti  lo schema standard di bando e le modalità di erogazione dei  contributi.

Sono inoltre previsti incentivi fiscali del 65% per un massimo di 20 mila euro alle PMI che si dotano di banda ultra larga (da 30 Megabit in su); in questo caso, in particolare, si tratta di promuovere la diffusione dei servizi di connettività digitale tramite un’agevolazione per gli interventi volti ad assicurare una connessione digitale veloce per le PMI.

La detrazione di imposta è del 65% per un massimo di 20.000 euro, per gli interventi di rete fissa o mobile che consentano l’utilizzo della connessione digitale.

Tale agevolazione è concessa nei limiti consentiti dalla normativa europea sugli “ aiuti de minimis”.

La domanda dovrà essere inviata per via telematica tramite apposita procedura che sarà resa disponibile a breve dal Ministero. Le risorse saranno in grado di finanziare circa 10mila imprese.

Etichette