Prorogata al 31 marzo la scadenza del Condono sulle Cartelle Equitalia

  • Tempo di lettura: meno di 1 minuto

(di Luca Zambello)

A seguito dell'approvazione dell'ormai famigerato Decreto "salva-Roma" vengono confermate quelle che fino a poco fa erano solo voci in merito alla proroga della scadenza della "rottamazione dei ruoli" di Equitalia, originariamente fissata al 28 febbraio 2014, e slittata al 31 marzo 2014

In cosa consiste il vantaggio di aderire alla "rottamazione"?

Come descritto nella nostra informativa del 27 Novembre scorso, possono beneficiare della sanatoria i debitori di somme iscritte a ruolo ed affidate all'agente della riscossione entro il 31 ottobre 2013.

Tali soggetti, quindi, potevano accedere ad uno sconto sull'importo totale delle cartelle sopra descritte che consiste nell'azzeramento degli interessi di mora e degli interessi per ritardata iscrizione a ruolo. Tale sconto, tuttavia, viene concesso solo a fronte del pagamento integrale ed in unica soluzione della parte residua del debito.

Ora il termine per poter aderire è stato prorogato fino al 31 marzo 2014 fermo restando il saldo integrale entro la scadenza.

Quali sono i debiti che beneficiano dello sconto?

Dopo una buona notizia - solo per metà - è il caso di fare un ulteriore chiarimento che risulta essere meno piacevole della proroga. 

Non tutti i debiti possono entrare nel "condono", bensì solo quelli derivanti da uffici statali, Agenzie Fiscali, Regioni, Provincie e Comuni.

Ciò significa che rimangono esclusi tutti i debiti provenienti dagli Istituti Previdenziali. Quindi non beneficiano della rottamazione i debiti Inps.

Sono ancora disponibili alcune settimane per beneficiare dello sconto. Consigliamo pertanto di verificare attentamente i debiti di cui si è in possesso per poter accedere al condono, ricordando però che tale beneficio richiede il pagamento integrale in unica soluzione.

Etichette