Infortuni sul lavoro e nuovi profili di responsabilità del datore di Lavoro

La Cassazione, con l'ordinanza n. 6026 del 18 giugno 2018, ha ampliato i margini di responsabilità del datore di lavoro in tema di infortunisul lavoro occorsi ai propri dipendenti.
In particolare, nel ribadire il principio "della massima sicurezza tecnologicamente fattibile", la Suprema Corte ha esteso la responsabilità del datore anche ai casi di "negligenza, imprudenza o imperizia" del lavoratoreinfortunato.

Decreto Dignità: Come cambiano le regole del Contratto a Termine

Nei prossimi giorni dovrebbe entrare in vigore il decreto legge intitolato "Disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese" 
La denominazione utilizzata denota, tra gli altri, ambiziosi obiettivi di lotta al precariato e sta avendo un forte impatto tra l'opinione pubblica. 
Non è ancora conosciuta la data di pubblicazione del decreto in Gazzetta Ufficiale, ma il dibattito tra i "sostenitori" e i "contrari" alla riforma è sempre più acceso. 

Dal 1 Luglio vietato il pagamento degli stipendi in contante

Con la Legge di Bilancio 2018 è stato introdotto il divieto di pagamento degli stipendi o di anticipi di stipendio in contanti a partire dal 1 luglio 2018.

Questo provvedimento è stato adottato per combattere gli abusi contro i lavorator ed evitare quindiche i dipendenti, sotto il ricatto del licenziamento o della mancata assunzione, siano obbligati a firmare una busta paga da cui risulta una retribuzione regolare anche se in realtà viene corrisposto un importo inferiore ai minimi previsti dalla contrattazione collettiva.

Tfr mensile in busta paga: dietrofront da luglio 2018 in assenza di proroga

La disposizione normativa contenuta nella legge di stabilità 2015, che aveva introdotto in via sperimentale fino al 30 giugno 2018 la possibilità per i lavoratori dipendenti di ricevere mensilmente la quota del proprio tfr maturando, non è stata prorogata.
Pertanto, salvo interventi degli ultimi giorni, dal mese di luglio 2018 la quota del tfrmensile dovrà essere obbligatoriamente accantonata in azienda o, in alternativa, destinata ad un fondo di previdenza complementare.

Bando INAIL Isi 2017 - promemoria scadenza

Mancano ormai pochi giorni alla scadenza del termine per la presentazione delle domande di partecipazione al Bando INAIL Isi 2017, l’iniziativa dell’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, che prevede l’erogazione di un contributo a fondo perduto fino ad un massimo del 65% del valore dell’investimento, per le aziende che effettuino opere in favore del miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul luogo di lavoro.

Bando Inail 2018: Contributo del 65% a fondo perduto

Con il Bando Inail Isi 2017, sono stati destinati oltre 249 milioni di euro per operazioni di investimento finalizzate al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza negli ambienti di lavoro. Le aziende hanno tempo fino al 31 Maggio 2018 per l’inserimento delle domande di accesso al contributo. 

 ______________

In cosa consiste il contributo?

Lavoro a chiamata e obbligo del DVR (Documento di valutazione dei rischi)

Con lettera circolare del 15 Marzo 2018 l’Ispettorato Nazionale del Lavoro ha ribadito, quanto peraltro già sostenuto dallo stesso Ministero del Lavoro nel 2012 (Circ.18 e 20 del 2012) che, in caso di assunzione di lavoratori con contratto intermittente cosiddetto “a chiamata” in assenza della Valutazione dei Rischi il rapporto di lavoro sarà convertito in un ordinario rapporto di lavoro subordinato.

______________

Novità pagamento in contanti dal 2018 - monete da 1-2 centesimi

A decorrere dal 1° Gennaio 2018 è sospesa la produzione da parte dell'Italia di monete metalliche in euro di valore unitario pari a 1 e 2 centesimi. Durante il periodo di sospensione quando un importo in euro costituisce un autonomo importo monetario complessivo da pagare e il pagamento è effettuato integralmente in contanti, tale importo è arrotondato, a tutti gli effetti, per eccesso o per difetto, al multiplo di cinque centesimi più vicino.

______________

Cooperative: modifiche dopo la legge di bilancio 2018

Nella legge di bilancio 2018 ci sono importanti novità in tema di cooperative, in particolare ciò che riguarda la lotta alle “false cooperative” e il prestito sociale. Le disposizioni stabiliscono sanzioni particolarmente gravi per le cooperative che si sottraggano alla vigilanza o che non rispettino le finalità mutualistiche (cancellazione dall’Albo delle cooperative, scioglimento e devoluzione del...