Bando Unioncamere Veneto per Acquisto DPI

Bando Unioncamere Veneto per Acquisto DPI

Unioncamere Veneto ha lanciato un bando di contributo per l'acquisto di Dispositivi di Protezione Individuale e strumenti di prevenzione per la messa in sicurezza dei Lavoratori.

Archiviato il disastroso epilogo del credito d'imposta per la sanificazione dei luoghi di lavoro (che ricordiamo ricomprendeva anche gli acquisti di Dpi e prodotti per la sanificazione) che ha visto ridursi a poco più del 9% il credito spettante alle imprese che avevano sostenuto spese per conformarsi ai vari Decreti anti-covid, la Regione Veneto attraverso le Camere di Commercio ha stanziato 3 Milioni di Euro a titolo di rimborso spese destinato alle imprese.

Quali sono i soggetti ammissibili?

Possono rientrare nel bando le imprese dei settori Industria, Artigianato, Commercio e servizi che rispettino le seguenti condizioni:

  • Abbiano sede (principale o secondaria) in Veneto e siano iscritte al Registro Imprese di una delle provincie della Regione
  • Siano Micro, Piccole e Medie Imprese (come definite dal Regolamento UE)
  • Siano attive e non sottoposte a procedure concorsuali (fallimento, liquidazione, concordato ecc.)
  • In regola con il pagamento del diritto annuale
  • Non siano destinatarie di ingiunzioni per recupero da parte della Commissione Europea

Quali sono le spese agevolabili?

Ai fini del bando vengono riconosciute come agevolabili le spese per acquisto di Dpi le quali risultino conformi ai requisiti di sicurezza e per l'acquisto di strumenti  di prevenzione della diffusione del Covid-19. A tal fine possiamo raggrupparle nelle seguenti categorie:

Linea 1 - Spese per investimenti

  • Dispositivi per rilevazione temperatura corporea
  • attrezzature per la sanificazione e igienizzazione dei locali
  • strumenti di aerazione, sia tramite apparecchi di filtraggio e purificazione dell'aria, sia attraverso installazione di sistemi di aerazione meccanica alternativi al ricircolo
  • pannelli divisori, pareti mobili, arredi atti a garantire rispetto del distanziamento tra lavoratori

Linea 2 - Spese correnti

  • mascherine filtranti, chirurgiche, Ffp1, Ffp2, FFp3;
  • guanti in lattice, vinile, nitrile;
  • dispositivi protezione oculare;
  • indumenti di protezione (tute e/o camici)
  • calzari e/o sovrascarpe
  • cuffie e/o copricapi
  • detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici;

In cosa consiste il contributo?

Il contributo è pari all'80% delle spese sostenute con un massimale di € 4.000 e di conseguenza corrispondente ad una spesa (ammissibile) pari o superiore a 5.000 euro.

Vi rientrano le spese già sostenute nel periodo compreso tra il 11 marzo 2020 e la data di invio della domanda di rimborso.

Gli acquisti devono essere collegate a fatture già pagate alla data d'invio della domanda di rimborso tramite strumenti tracciabili (bonifico, ri.ba. ad esempio)

Contributo e credito d'imposta sanificazione

A seguito richiesta di chiarimento, Unioncamere ha specificato che il contributo in esame è cumulabile con il credito d'imposta per sanificazione. Pertanto chi ha già chiesto ed ottenuto il credito in scadenza al 7 settembre 2020 (il quale ha visto ridursi la percentuale di credito dal 60% fissato in origine a poco più del 9%) può affiancarlo al presente bando per la quota di spesa non coperta dal credito d'imposta di cui sopra o da altro contributo pubblico 

Quali sono i tempi per la presentazione delle domande?

Le domande devono essere trasmesse utilizzando l'apposita piattaforma telematica dalle ore 8.00 del 28 settembre alle ore 21.00 del 28 ottobre 2020


Per informazioni utilizzare il form contatti ad inizio pagina