Come puoi finanziare la tua impresa senza garanzie?

Come puoi finanziare la tua impresa senza garanzie?

Spesso ci sentiamo chiedere da un imprenditore oppure da un aspirante imprenditore se possiamo assisterli nella richiesta di finanziamento da parte della banca per l'avvio di una nuova attività o lo sviluppo della propria azienda.

A tali richieste, da parte di coloro che hanno difficoltà di accesso al credito tradizionale chiedo in primo luogo qual è l’idea imprenditoriale che si vuole finanziare e, subito dopo, quali sono i ricavi che strategicamente ritengono di ottenere dall’idea.

Perché questa premessa? Perché nell’esperienza in consulenza alle imprese ed agli imprenditori ho notato che mentre i costi sono sempre facilmente identificabili nei loro pensieri, i ricavi richiedono al contrario una chiara e specifica definizione. Entrare nel merito di questi aspetti ha una duplice funzione: serve al professionista per comprendere se l’idea imprenditoriale è stata studiata, ponderata, valutata correttamente e se il percorso da seguire è ben chiaro nell'imprenditore; serve all’ideatore per trovare la giusta via nella realizzazione del progetto imprenditoriale nella sua testa.

Solo ora, dopo aver ascoltato i progetti e come essi possono essere attuati, è possibile presentare un’opportunità basata su un’offerta integrata di servizi finanziari, e non, che un ente di natura pubblica mette a disposizione: il Microcredito.

Tale ente si occupa di finanziare le idee imprenditoriali mettendo a disposizione degli utenti finali un mix di servizi di natura finanziaria e professionale che formano la base portante del sistema di finanziamento basato sul Microcredito. Sebbene il meccanismo sia basato sull’accesso a fonti di finanziamento il concetto è più strutturato e complesso.

L’idea fondamentale del Microcredito si basa sul fatto che ad un aspirante imprenditore la sola fornitura di denaro non è sufficiente a permettere di gettare le basi di una realtà imprenditoriale di successo. L’Ente Nazionale Microcredito, infatti, non eroga direttamente denaro ma fornisce qualcosa di ben più utile: concretizza le fondamenta affinché una singola idea imprenditoriale possa tradursi in successo. 

Tramite il Microcredito, infatti, viene fornito ciò che ad un neo-imprenditore serve maggiormente: Garanzie e formazione professionale. Tramite un fondo appositamente istituito il richiedente ottiene una garanzia che può permettergli di rivolgersi ad una banca e ottenere un finanziamento di partenza per l’avvio della sua idea, in assenza della quale diventerebbe difficile, se non impossibile, ottenere risorse.

Non solo, l’elemento di maggior rilievo nell’efficacia del Microcredito è data dall’assegnazione di un professionista dedicato - il Tutor - il quale viene incaricato di fornire l’assistenza professionale per accompagnarlo durante i primi anni di vita dell’impresa. Il Tutor, infatti, è espressamente incaricato di assistere il richiedente non solo nella presentazione della domanda di accesso ma gli darà supporto sia nella fase pre-erogazione, realizzando il business plan di avvio e di sviluppo, sia nella fase post-erogazione tramite monitoraggio dei risultati ottenuti e indicazione delle misure da adottare nella fase di start-up e crescita.

Le risorse finanziarie ottenibili mediante l’accesso al Microcredito e con il supporto del Tutor in origine ammontavano ad € 25.000, soglia aumentata ad € 40.000 più un ulteriore tranche di € 10.000 in presenza di specifiche condizioni, portando ad un massimo di € 50.000 il finanziamento ottenibile per sostenere l’avvio e il primo sviluppo di un nuovo progetto imprenditoriale.

Il successo del Microcredito è proprio questo: finanziare idee e progetti meritevoli di ottenere risorse e fornire strumenti che permettano non solo di concretizzarsi in realtà imprenditoriali ma che possano avere successo. 


Econ-Test, al suo interno, ha professionisti abilitati presso l’Ente Nazionale Microcredito in qualità di Tutor. Abbiamo avuto la possibilità di esaminare diverse decine di idee e progetti dall’avvio del Microcredito, le abbiamo valutate e messo l’aspirante imprenditore nella condizione di poter capire se queste idee potevano tradursi in realtà. Quasi la totalità delle proposte si è tradotta in una start-up e ognuna di loro ha ottenuto le risorse finanziarie per diventare, ora, realtà consolidate nel territorio.